Denim si

Ma sostenibile per il pianeta

l denim, oltre ad essere uno dei tessuti più utilizzati e anche uno tra quelli che richiedono il più alto impegno di risorse. E’ ormai noto a tutti che per la produzione di un paio di jeans è necessario impiegare 3.800 litri d’acqua, mentre per produrre un chilo di fibre di cotone occorrono 10.000 litri di acqua, 12 m2 di terreno e 18,3 Kwh di energia elettrica, a fronte di un’emissione di 33,4 kg di CO2 equivalente durante l’intero ciclo di vita del prodotto. La produzione del tessuto denim, per la realizzazione dei tanto amati jeans, assorbe circa il 35% di tutta la produzione mondiale di cotone.  Poi ci sono tintura, decolorazione e finissaggio oltre al rilascio di microfibre, per il ciclo di lavaggio, nelle acque reflue. Tutto ciò determina un gravissimo impatto ambientale.

The Jeans Redesign è un Progetto della Fondazione Ellen McArthur e riunisce l’esperienza di oltre 80 esperti del settore provenienti da università, collezionisti, produttori, ONG, marchi, per definire in modo collaborativo le linee guida al fine di adattare i jeans all’economia circolare. E Zara Kids lo ha messo al centro delle sue collezioni di jeans. Bellissimi, più sostenibili.
zara

zara

Eventi

Lorella e il Beautyverse

Ecco i rituali di bellezza da seguire!

Che aria tira?

La risposta a questa domanda purtroppo non è delle più ottimistiche.