Indietro
1920x580

Il materasso fatto con la “schiuma” della Nasa

Si chiama Memory foam e allevia le tensioni del corpo

Negli anni Settanta, la Nasa creò un materiale capace di attutire il decollo degli astronauti durante i viaggi spaziali. Una schiuma ad alta densità, rivoluzionaria, chiamata memory foam, che successivamente è stata utilizzata per realizzare materassi e cuscini con capacità fuori dall’ordinario. 

I tecnici di Tempur furono i primi a capire il potenziale di questo materiale unico, introducendo il memory foam della Nasa nel mondo del riposo notturno. ll materiale Tempur è stato largamente adottato in diverse istituzioni mediche nel mondo proprio per le sue proprietà provate di allevia-pressione. Nella fattispecie per alleviare tensione e indolenzimenti in diverse parti del corpo doloranti durante la notte, garantendo una sensazione di comfort assoluto. In generale, questo tipo di materasso può presentare caratteristiche di maggior rigidità. Il materiale è stato concepito per reagire alla temperatura del corpo ed è ottimizzato per lavorare bene a circa 23° C: conformandosi e adattandosi attivamente al profilo del corpo, lo sostiene costantemente per tutta la notte.  In particolare, vale la pena andare a sperimentare le caratteristiche del materasso One: materiale Tempur, design e qualità danesi, disponibile nel feeling Firm e Medium, ovvero molto rigido o normale e con fodera lavabile in lavatrice a 40 °C.

tempur

Eventi

Spagna e Argentina per rallegrarci le giornate!

Proviamo con la gremolata e gli alfajores

Un monopattino per la mobilità dinamica

Leggero e disponibile a partire da un prezzo fantastico