Indietro
1920x580

Da dove arriva il “chiodo”?

Sapete che a sdoganarlo per le donne fu Olivia Newton John?

Stupendi, i piccoli “chiodi” pastello che Tally Wejil propone per la primavera estate. Giallo limone, rosa confetto, azzurro cielo, bianco burro. Ma vi siete mai chiesti quando per la prima volta una donna indossò un chiodo? E sapete che soltanto in Italia si chiama chiodo?

Ebbene il chiodo fu inventato dai fratelli Schott a inizio del 1900, quando assemblavano capi di pelle a mano, in un piccolo negozio di New York. Nel 1928, ricevono il primo incarico, quello di realizzare un giubbotto da motociclista per proteggere dalla pioggia e dal vento.

Il lancio finale fu compiuto dai bikers dell’epoca naturalmente e lo Schott entrò nel mito grazie ai distributori di Long Island per Harley Davidson. La giacca entrò ben presto nella storia del cinema, con Marlon Brando, James Dean, con John Travolta in Grease. Al punto che venne vietata in alcuni college Usa in quanto simbolo di protesta! Fino al 1978, fu un indumento esclusivamente maschile. E sempre grazie al cinema arrivò sulle fattezze di Olivia Newton John in Grease, nella mitica scena finale dove appare con un chiodo nero. Perché si si chiama chiodo? Grazie al movimento dei cosiddetti“metallari”quando chi indossava la giacca aggiungeva borchie e chiodi a piramide! Il mood di Tally Weil è chiodo, denim e/o minigonna.

tally

Eventi

La Dolce Vita portata addosso

Con una puntatina a Saint Tropez

Glicine, rosa orchidea, azzurro cielo

Un tripudio di colori… con una sorpresa!